Back to All Events

S.S.il DALAI LAMA a Milano, insegnamenti

Insegnamenti

Lode all'interdipendenza

I tre principali aspetti del Sentiero

21 ottobre 2016
9:30 - 11:30; 13:30 - 15:30

 

Lode all’interdipendenza

L’interdipendenza - o originazione dipendente - è uno dei punti chiave della filosofia buddhista. Il Buddha ha insegnato che ogni fenomeno esiste solo dipendendo da un altro. Dal momento in cui essa appare fino alla sua cessazione, l’esistenza di tutte le cose si fonda su una continua relazione con qualcos’altro.

Niente e nessuno esiste in modo autonomo o indipendente. Di conseguenza, tutti i fenomeni mancano di un’esistenza intrinseca, ma al tempo stesso esistono. Questo pensiero ci permette di ottenere la saggezza capace di percepire la natura ultima delle cose, ovvero la vacuità, superando la nostra ignoranza innata che ci impedisce di vedere la realtà.

Inoltre, possiamo comprendere che tutti gli esseri sono legati gli uni agli altri, pertanto un comportamento incentrato su di sé è completamente illogico, e questa consapevolezza è la base dell’amore, della compassione e dell’altruismo da cui sorge la Mente dell’Illuminazione o Bodhicitta, che desidera raggiungere la Buddità per il beneficio degli altri.

I due aspetti della saggezza e dell’altruismo sono le fondamenta del Sentiero che porta all’Illuminazione. Motivato dall’intenzione di onorare il Buddha, Lama Tsong Khapa ha spiegato che la lode migliore consiste nel mostrare la profondità e l’importanza dei Suoi insegnamenti sull’interdipendenza.

 

I tre principali aspetti del Sentiero

In questo breve insegnamento Lama Tzong Khapa ha concentrato tutti i principali punti della filosofia e della pratica buddhista, organizzandoli in modo da mostrare come il Sentiero interiore verso l’Illuminazione sia un graduale processo di maturazione della mente. Cominciamo con l’identificare la natura dell’esistenza ciclica (samsara) e ciò dà vita al primo aspetto del sentiero, ovvero la rinuncia. Visto che tutti gli esseri senzienti soffrono nel samsara, proprio come noi, sviluppiamo la Mente dell’Illuminazione (Bodhicitta), il secondo aspetto del sentiero, per renderli tutti liberi dalla sofferenza. Dato che la causa radice di tutte le sofferenze è l’ignoranza dell’aggrapparsi al sé, dobbiamo ottenere la saggezza che realizza la vacuità, il terzo aspetto del sentiero.

Sua Santità offrirà un commentario su questi argomenti sulla base della Sua profonda conoscenza, chiara comprensione ed esperienza diretta.

Lama Tzong Khapa

Sua Santità darà insegnamenti basati su questi due famosi testi composti da Lama Tzong Khapa, noto studioso, maestro, saggio e meditatore tibetano vissuto nel XIV secolo. Dopo aver studiato sotto la guida di numerosi importanti maestri e aver acquisito piena padronanza di tutti i sutra e delle scritture tantriche, Lama Tzong Khapa è andato in ritiro per acquisire un’esperienza diretta di ciò che aveva studiato, penetrando il vero e profondo significato delle spiegazioni di Buddha.

Lama Tzong Khapa ha dedicato tutto il suo impegno per diffondere e rafforzare il puro Dharma in Tibet, dando insegnamenti in base alla propria conoscenza ed esperienza. Ha composto diciotto volumi che trattano l’intero Sentiero buddhista in tutti i suoi aspetti. Ha fondato il Monastero di Ganden, una delle più importanti Università monastiche tibetane, e ha dato origine alla tradizione Gelug.

ISCRIZIONI e PROGRAMMA COMPLETO (INIZIAZIONE DI AVALOKITESHVARA e Conferenza pubblica sull'etica universale 22 ottobre): http://www.dalailama-milano2016.com/